voucher inps comunicazione dtl

3337 del ella Direzione Generale per lAttività Ispettiva del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che ha per lappunto mantenuto transitoriamente la comunicazione del lavoro accessorio allinps.
Leggi anche:, lavoro accessorio: elementi e tempi della comunicazione, lavoro accessorio: il nuovo obbligo di comunicazione preventiva, voucher, committente e prestatore: limiti allabuso.
Nellattesa, al fine di evitare possibili esposizioni a sanzioni, è consigliabile che le comunicazioni vengano effettuate alle Direzioni tagli corti donna 2018 Territoriali del Lavoro nel rispetto delle nuove modalità e dei tempi previsti dal decreto correttivo.Risposta alla precedente FAQ.Fermo restando lobbligo della comunicazione della variazione entro i 60 minuti precedenti nel caso di cambio del nominativo del lavoratore e del luogo della prestazione (v.Evidentemente le singole amministrazioni territoriali del lavoro stanno cercando di ovviare alla inadempienza degli uffici centrali del Ministero.I soggetti che, pur in possesso di partita IVA non sono imprenditori (P.A., come vincere gratis un iphone ambasciate, partiti, associazioni sindacali, onlus ecc.) devono effettuare la comunicazione alla DTL competente per territorio?Le variazioni e/o modifiche devono essere comunicate almeno sessanta minuti prima delle attività cui si riferiscono?La nuova disciplina non è però chiarissima e soprattutto mancano allo stato attuale le necessarie istruzioni ministeriali.Quanto sopra, al fine di fornire al mittente la prova legale dellavvenuta taglie mango uomo consegna e di consentire allAmministrazione la corretta archiviazione delle informazioni trasmesse.Larticolo 1, comma 15 della legge delega.In questi casi, in unottica di semplificazione ed in considerazione delle modalità di svolgimento dellattività di lavoro, è sufficiente indicare la sede della ditta committente).Nelle ipotesi in cui il prestatore di lavoro accessorio svolga lattività per tutta la settimana dal lunedì al venerdì i committenti non agricoli o professionisti devono effettuare la comunicazione alla sede territoriale competente dellIspettorato nazionale del lavoro per ciascun singolo giorno ovvero possono effettuare un'unica.Si informa, inoltre, che al termine della creazione di un'infrastruttura tecnologica che semplifichi i nuovi obblighi di comunicazione, sarà possibile definire la comunicazione tramite SMS o introdurre ulteriori modalità applicative della disposizione.N 185/2016) devono essere inviate a questa DTL allindirizzo e-mail istituzionale di posta certificata: email protected scrivendo da una casella PEC.

In particolare nel settore agricolo non dovranno essere oggetto di ulteriore comunicazione allINL i dati riguardanti il prolungamento orario della prestazione non essendo richiesta lindicazione di inizio e fine attività.
La norma tuttavia cè ed è in vigore per cui, al fine di evitare possibili esposizioni a sanzioni, è consigliabile che le comunicazioni vengano effettuate alle Direzioni Territoriali del Lavoro tenendo conto delle informazioni che il più volte citato comma 3 richiede e tenendo conto.
Sebbene per il committente resti invariata la dichiarazione di inizio attività già prevista nei confronti dellinps, egli dovrà, entro un'ora dallinizio della prestazione, inviare una e-mail alla competente Direzione del lavoro - agli indirizzi di posta elettronica creati ed indicati in un documento allegato alla.


[L_RANDNUM-10-999]