Lo speck dell'Alto Adige IGP (in ladino cioce ) è una specialità della salumeria sud-tirolese.
Le cosce selezionate vengono marchiate con la data di inizio produzione, a garanzia indelebile e come base per i successivi controlli.
Versatele in una bacinella e smuovetele per individuare ed eliminare sassolini o altre impurità.
Col tempo è diventato anche il protagonista di banchetti in occasione di festeggiamenti e cerimonie di benvenuto.Poi, trasferitele in un colino e sciacquatele (sono un po polverose).Non usate una forchetta: i fori troppo ravvicinati si allargherebbero in uno strappo e la mescola di carni uscirebbe dallinvolucro.E ancora oggi, insieme al pane e al vino, è il protagonista della tipica "merenda" sudtirolese.Xviii secolo, ma esso compare nei regolamenti dei macellai e nei registri contabili dei principi tirolesi già dal 1200, seppur con definizioni e nomi diversi.Col tempo è diventata una delle pietanze principali in occasione di feste e banchetti.Il termine samsung tablet 7 3g prezzo speck, in tedesco, significa letteralmente "lardo".Tale riconoscimento è attribuito ai prodotti selezionati che seguono il metodo produttivo tradizionale in una particolare area geografica.Quindi, bagnate con acqua fredda, tre volte abbondanti il peso delle lenticchie (per la mia dose, circa mezzo litro portate a bollore e calcolate circa 25-30 minuti di cottura sul fuoco, anche in questo caso, molto basso.Roverbella deve il suo appellativo al latino roverem bellam, bella quercia, ma anche forte e bella dal latino robur-roburis.Bucherellate il budello con uno stecchino di legno: questo servirà a non farlo spaccare e anche a far perdere un po di unto nellacqua di cottura.Nel cuore dellOltrepo Pavese, lHotel Don Carlo offre unampia scelta tra business suite per riposare dopo una giornata di lavoro, family rooms per viaggiare con tutta la famiglia, e sensation suite per romantici momenti e week-end allinsegna del relax.I due il cenacolo da vinci descrizione risultati finali non sono neanche lontanamente paragonabili.Ancora nel medioevo negli atti notarili troviamo parole quali Brolio, curte, portichu, cassinis stabbia bestiarum, casellum, pratum de domo ( ora chiamato prato della donna) et de zardino de Rogorbella.A me piace aggiungere qualche foglia di sedano il cui aroma, mi sembra, bilancia un po la sensazione di unto, ma è un di più che potete ignorare.In provincia di Udine con origini e lingua tedesca.Servitele nei piatti con le lenticchie, le erbette, un ricciolo di salsa al cren e, se vi piacciono (a me sì!Tenete sul fornello un pentolino di acqua bollente, da aggiungere se le lenticchie si asciugano.Rispetto al coso precotto in busta sigillata, hanno infiniti vantaggi e un solo handicap: intorno alle due ore di cottura contro i 20-30 minuti scarsi di quelli precotti.Fatelo appassire a fuoco moderato con un filo dolio (poco, il cotechino sarà già abbastanza ricco) finché le verdure sono ammorbidite, evitando che prendano colore.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


[L_RANDNUM-10-999]