L'interrogazione attraverso il questo nuovo sistema informativo, consente quindi ad accertare la regolarità del contratto assicurativo e l'assolvimento del pagamento del premio.
Come funziona con il tagliando assicurativo elettronico È chiaro che il contrassegno è stato sostituito dal.d.
Il contrassegno dell'assicurazione (il tagliando) fa parte infatti dei miglior prezzo samsung galaxy note 4 gold documenti che bisogna sempre avere con sé in macchina, quindi insieme alla patente, al libretto di circolazione e a un certificato che attesti l'avvenuto controllo dei gas di scarico (bollino blu o bollino verde).La multa per la mancata esposizione del contrassegno è di 21 euro, viene ritirata nel caso in cui lo si porti successivamente alla polizia o ai carabinieri.Come abbiamo già visto in un precedente articolo, lart.Tutti sappiamo che il vecchio tagliando dellassicurazione auto andava esposto sul parabrezza del veicolo, allo scopo di attestare lemissione della polizza RC auto e della regolarità dellavvenuto pagamento del premio.3) lavori per collegare la banca dati con tutte le apparecchiature per il controllo del traffico e con le apparecchiature per il rilevamento a distanza delle violazioni del Codice della strada, in questo modo agli automobilisti che commetteranno delle infrazioni verrà verificata anche la situazione.Dopo tale data, è cessato lobbligo di esporre il tagliando.In realtà, anche qualora lassicurato non provveda per tempo al rinnovo, la polizza assicurativa resta valida ed efficace per i 15 giorni successivi alla data di scadenza, coprendo ogni eventuale incidente come se si trattasse di un normale evento ricaduto sotto la copertura standard della.E nel caso di una eventuale irregolarità come per esempio la mancata copertura di una polizza RCA o un'assicurazione scaduta, verranno applicate anche le relative e ulteriori sanzioni.Con una sentenza del 2005, la Suprema Corte ha infatti sancito che il contrassegno di assicurazione esposto in modo non leggibile equivale ad una sua mancata esposizione, con tutte le conseguenze del caso.Tale tagliando, conteneva anche altre importanti informazioni, come la targa del veicolo che doveva corrispondere al numero contratto riportato sul certificato verde della polizza di assicurazione, il nome e il logo della compagnia di assicurazione e la data di scadenza della copertura assicurativa.Tutte le informazioni sulla copertura assicurativa dei veicoli, vengono inserite nella banca dati della Motorizzazione Civile dalla compagnia assicurativa, quest'ultime pertanto, dovranno rilasciare all'assicurato solo la copia del contratto di polizza con l'attestazione dell'avvenuto pagamento del premio.Tale obbligo è imposto dal Codice della Strada laddove stabilisce che: Per poter circolare con veicoli a motore il conducente deve avere con sé i seguenti documenti: a) la carta di circolazione, il certificato di idoneità tecnica alla circolazione o il certificato di circolazione,.Scopri le garanzie accessorie auto.170-bis, non è sanzionabile ai sensi degli artt.Da alcuni anni ormai (1998) non è più obbligatorio esporre invece l'attestato di pagamento della tassa di circolazione, il bollo auto.



Chi non ottemperava detta imposizione, incorreva nella sanzione amministrativa pecuniaria di uro 25,00.

[L_RANDNUM-10-999]