il taglio del bosco cassola commento

Tutta la vita del protagonista si base sulla figura della moglie che viene descritta come una persona molto cara.
Egli invece si accorge che il suo dolore non si scioglierà mai anche se si butta a capofitto nel suo lavoro.Materie: Scheda libro, categoria: Generale, download: 1410, data:, numero di pagine: 4, formato di file:.doc (Microsoft Word).Riassunto, il romanzo narra della storia di Guglielmo, offerte tim cellulare solo chiamate un boscaiolo vedovo con due figlie affidate alle cure della sorella essendo lei non sposata.Il suo ritorno è molto atteso, infatti il suo lavoro lo porta spesso lontano da casa.Il racconto si apre con il protagonista che torna a casa dopo tanto tempo e che finalmente può stare un po con le sue bambine.Commento, il romanzo è incentrato sulla sofferenza di Guglielmo, un uomo come tutti gli altri, senza particolari pregi o difetti e con due figlie che lo amano profondamente.Tutto il romanzo è incentrato sulla sua sofferenza a causa della perdita della moglie per una malattia improvvisa e incurabile.Solo questultimo si rassegna alla perdita, Guglielmo e il carbonaio invece non riescono a immaginare la vita senza le loro mogli e soffrono tremendamente.La storia, durante il taglio del bosco è un susseguirsi di vicissitudini per i boscaioli.E inoltre un uomo ordinato e attento alle spese di famiglia che ama annotare sul suo taccuino, è assiduo nel suo lavoro in cui si butta a capofitto per non pensare alla perdita della moglie deceduto 3 mesi prima dellavvio della vicenda.Accanto a questa storia sentimentale cè la perfetta ricostruzione storica della vita dei boscaioli, relativa al periodo antecedente la Seconda Guerra Mondiale.Txt 59 Bytes, testo.La moglie, per lui, è ormai un chiodo fisso, che ricorda sempre e la sua implorazione finale mostra quanto senta accanto a sé la sua presenza.Gli unici attimi di svago sono le partite a carte e le favole raccontate dai compagni di Guglielmo.
Viene descritto con la sua giacca dal bavero di pelliccia ormai rovinato, cappello, viso magro, naso dritto, labbra ferme e mani ossute e robuste.
Pur essendo quasi cinico, il ragionamento di Fiore non è sbagliato, in quanto tutti gli uomini vivrebbero meglio se accettassero la morte, ma questo è in realtà il gesto più coraggioso da chiedere ad un essere umano.




[L_RANDNUM-10-999]