Tutela dellanimale, la Convenzione tutela lanimale da compagnia riconoscendo nel veterinario lunica professionalità autorizzata agli interventi chirurgici eccezionalmente eseguiti con finalità non curative o preventive.
Eccezioni, esistono alcune eccezioni ai divieti di amputazione, autorizzate solo in casi straordinari: se un medico veterinario considera un intervento non curativo necessario sia per ragioni di medicina veterinaria, sia nellinteresse di un determinato animale; per impedire la riproduzione.Dovrebbe essere universalmente accettato che gli unici interventi chirurgici sull'animale, se vogliamo parlare in termini di benessere, sono quelli giustificati da patologie che minacciano la salute dell'animale stesso, il resto invenzione.La caratteristica andatura del boxer od il galoppo del dobermann sono assolutamente innaturali, la coda non serve solo a scodinzolare, funzione peraltro indispensabile per comunicare con gli altri cani, ma e' un timone ed un bilanciere fondamentale per le corrette andature del cane, chi possiede.Quindisenza troppi giri di parole, pur essendo favorevoli alla ototomia, per Legge è vietato, se lo fate, è a vostro rischio.Si può o non si può?La questione negli altri Paesi Le procedure chirurgiche per scopi estetici sono vietate e limitate in molti Paesi, tra cui Australia, Svezia, Norvegia, Germania, Paesi Bassi, Grecia, Lussemburgo e Austria.Poi il Senato, tramite il ministro Fazio (cacciatore ed evidentemente legato a doppio filo con Federfauna, perché ne segue pedissequeamente tutte le direttive) ha cancellato la parte della legge che riguardava le amputazioni estetiche; nel maggio di questanno, infine, è stato specificato meglio che restano.Gli interventi vietati, gli interventi chirurgici destinati hotwire coupon code a modificare laspetto di un animale da compagnia o finalizzati ad altri scopi non curativi devono essere vietati, in particolare: il taglio della coda; il taglio delle orecchie; la recisione delle corde vocali; lasportazione delle unghie e dei.Sembrare, somigliare, apparire, queste sono le reali motivazioni delle amputazioni subite dai nostri cani.Se l'uomo taglia un pezzo d'orecchio ad un altro uomo contro la sua volontà viene chiamato criminale, se però lo fa ad un cane, sicuramente mai consenziente, allora viene fatto passare come un benefattore della razza.Rispetto molto di più chi ammette i fini estetici delle amputazioni, aldilà del fatto che sia giusto o sbagliato, non sta a me pizzeria a taglio roma 2018 giudicare, ma non riesco a tollerare chi maschera le proprie azioni dietro il velo di un falso amore verso l'animale.



A parte il fatto che devono subire un'anestesia generale che necessita di accurati controlli preoperatori, a parte che qualche soggetto, nonostante questi controlli, muore per un'anestesia inutile (le statistiche parlano chiaro come si fa a dire che non soffre un cucciolo sottoposto a medicazioni continue.
Con lentrata in vigore dellarticolo 10 della Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia ratificata in Italia con la legge 201/2010, che si somma a quanto previsto dallordinanza Martini del 2009.
Con la ratifica della Convenzione Europea per la Protezione degli Animali da Compagnia, in vigore dal 1 novembre 2011, la disciplina europea degli interventi chirurgici non terapeutici è diventata Legge dello Stato italiano.


[L_RANDNUM-10-999]