Lettera al suo Amato gondoliere tenindo EL MIO cuor IN MAN vogio dirte A TI caro pope venexian CHE PER sempre TE AME amar0 anca quandenti TI pusarasul como NEL mael BEN TE staro comunque vissin ME svegiaro tutatine AL AI DEL TO cussin tuta.
Dai fuochi artificiali la laguna brilla, Sopra le cupole le serpentine stan volando, E variopinti coriandoli vi volantino offerte expert torino stan girando!Ziòba grasso Nòdaro: Buzaròn da ua El piovàn: Don Palànca Testimòni: Arlechin batòcio Pantalòn de' bisognòsi.Si segnava per terra un cerchio e si appoggiava al centro il pindolo.E per l'ultima volta ti osservo?LA ME amante, fabio Dal Cin, sò ndà star de casa lontan da ti dobòto dove abitava el bògia ma, da verte vissin de mi gò sempre na gran vògia.Ma noialtri non siamo mai andati alla Fenice, compriamo biglietti per la piccionaia : siamo studenti ed è la fine dell estate.Se pol dir hotel leonardo da vinci bibione booking che el zè ormai parte de mi a volte nò sò più se sò mi che lo tiro o zè elo che traina.Sior paron, el me speta un atimo, che desso arivo.Montava alora su la sò bici, deventada in un momento come un vero purosangue, par scuminsiar chel so lavoro umile e importante, riussiva a far cambiar anca el ambiente, da lalto deventava come un noccier che guidava la so nave in mezo al mar, tra.S-cioco e spana, si segnava un cerchio col gesso per terra e, al centro, ogni ragazzo metteva il suo mazzetto di figurine.Col sole si divertono i raggi su onde.
Chi se fa piègora el lovo la magna.- La me lèngua veneziana masègne che se desfrègola soto i colpi de e ilusìon, aqua alta che no te làssa più scànpo.




[L_RANDNUM-10-999]